Perché scegliere il chiavi in mano?

 

 

Alcuni clienti ci hanno manifestato la convinzione che sarebbero stati in grado di gestire da soli la ristrutturazione della propria casa affidando i lavori a singole maestranze (muratore, idraulico, elettricista ecc…) al fine di avere un vantaggio economico.

 

Molti sono i casi nei quali questo non si è verificato a discapito della qualità del lavoro con aumento di costi e tempi. Il nostro servizio offre la possibilità di avvalersi di personale in grado di occuparsi di ogni attività integrando tra di loro varie competenze: dal sopralluogo iniziale con identificazione delle esigenze del cliente alla elaborazione del progetto, dalle pratiche edilizie alla realizzazione dei lavori, dalla direzione lavori fino al collaudo finale e compilazione dei documenti necessari per le detrazioni fiscali.

 

Il chiavi in mano, o unico referente, si traduce in:

 

  • ottenere un unico preventivo per tutti i lavori da realizzare, sicuro e senza sorprese;
  • evitare al cliente di gestire più aziende (direzione tecnica), con risparmio di tempo per la ricerca;
  • evitare al cliente di dedicare molto tempo nel seguire i lavori dando assistenza alle maestranze (direzione dei lavori);
  • assistenza al cliente nella cura dei particolari e scelta delle finiture (direzione artistica)
  • maggiore qualità dei lavori realizzati grazie alla direzione lavori interna;
  • minori rischi relativi alla sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • garanzia fornita da un’unica azienda.

 

Si vuole porre l’attenzione sul penultimo punto, ovvero la responsabilità del committente durante i lavori edili. Raramente ci si rende conto dei “rischi” derivanti dall’essere committente, perché spesso si tende a concentrarsi sul reale andamento dei lavori o sui possibili errori o ritardi dell’impresa. Quando si è titolare di un cantiere, ovvero si è intestatari di un titolo abilitativo (SCIA, DIA, PdC), ci si prende automaticamente in carico di una serie di responsabilità le quali possono essere solo in parte demandate a terzi.

 

In ambito urbanistico, le responsabilità sono molteplici ma vengono quasi totalmente delegate. Ad esclusione dei casi di “manutenzione ordinaria” (ritinteggiare una stanza, rifacimento di un bagno o altri piccoli interventi) per le quali non è necessario produrre alcun documento, è obbligatorio nominare un progettista sul quale verrà scaricata la responsabilità di eseguire un progetto conforme alle normative vigenti.

 

Alla figura del progettista corrisponde quella del direttore lavori al quale è affidato il compito di controllare il corretto svolgimento del cantiere, verificando che le opere siano eseguite in sicurezza secondo il progetto e secondo la regola dell’arte e sul corretto svolgimento del cantiere.

 

In ambito di sicurezza nei luoghi di lavoro, i recenti sviluppi della normativa hanno riformato le tre diverse figure professionali (in particolare il responsabile dei lavori), che hanno il compito di assorbire delle responsabilità che, altrimenti, ricadrebbero sempre sul committente. Nonostante ciò, la normativa e recenti sentenze della Cassazione, confermano che in ogni caso il conferimento dell’incarico al responsabile dei lavori non esonera il committente dagli obblighi, tra i quali:

 

  • verificare sempre l’idoneità tecnico – professionale dell’impresa affidataria (certificato CCIAA e DURC), delle imprese esecutrici , e dei lavoratori autonomi;
  • assicurare che tutte le scelte progettuali e soprattutto quelle riguardanti l’organizzazione dei lavori siano conformi e non pregiudichino le misure generali di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori.

 

Il committente non può quindi decidere a priori di delegare tutte le decisioni ad un tecnico e pensare esclusivamente al risultato finale dell’opera, ma risulta parte integrante della sicurezza dei lavoratori insieme al datore di lavoro ed al coordinatore della sicurezza e/o direttore dei lavori.

 

Sebbene si sia trattato l’argomento in modo davvero sintetico, ci si rende conto di qual è l’entità delle responsabilità che gravano sulle opere edili indipendentemente dalle dimensioni e complessità. Ma qual è il vantaggio nell’affidarsi ad un azienda che opera con la formula chiavi in mano?

 

Spesso i rischi che potrebbero pregiudicare la sicurezza nascono da aspetti organizzativi e di coordinamento: superficialità nella direzione tecnica, mancanza di affiatamento tra le varie maestranze, non conoscenza della normativa o scarico di responsabilità tra le varie figure con conseguenti inadempimenti. Ecco quindi che l’introduzione all’interno del chiavi in mano (riferita comunemente solo ai lavori) della figura competente in materia di sicurezza coadiuvata da esperienza e professionalità diventa uno strumento essenziale al fine di garantire un perfetto coordinamento ed organizzazione del cantiere.

 

Il nostro chiavi in mano è un concetto innovativo che si fonda sull’analisi preliminare degli obiettivi del cliente che stanno alla base per una progettazione dettagliata ed una programmazione in grado di assicurare tempi, costi e risultati soddisfacenti. Inoltre, la programmazione ci consente di coordinare tutte le attività, in modo da rispondere e intervenire in modo mirato in tutte le diverse fasi operative e nelle sinergie tra tecnici, maestranze, fornitori e partner. Gli interventi chiavi in mano rappresentano un’ottima soluzione anche nel caso dei piccoli lavori edili.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.