Strisce led: cosa occorre sapere prima di utilizzarle

 

 

Il settore dell’illuminazione in questi ultimi anni ha subito profonde trasformazioni, dovute da una parte alla ormai impellente necessita’ di risparmio energetico o dall’altra alla continua e consueta ricerca della novità.

 

In questo campo una novità di rilievo che ha portato ad una vera e propria rivoluzione nel modo di illuminare le nostre città, le nostre case e le nostre vite e’ sicuramente rappresentata dalle nuove lampade a risparmio energetico e, tra queste, riteniamo che siano state particolarmente innovative le lampade a Led.

 

Una volta sostituite le lampade ad incandescenza, ci siamo ritrovati per le mani queste strane lampade Led e, visto che non bastava, sono arrivate le strisce di lampadine Led, note come strisce Led.

 

Queste ultime, oltre ad essere una forma di illuminazione a basso consumo, si prestano anche ad essere impiegate in modo creativo per dare vita ad effetti decorativi ed usi molteplici.

 

Bisogna pero’ conoscere bene il prodotto e le sue particolarità prima di procedere all’acquisto sia per comprare un prodotto effettivamente utile ai nostri fini, sia per impiegarle nel migliore dei modi e, non ultimo, per evitare di buttare via dei soldi inutilmente.

 

 

Cosa sono le Lampade a Led

 

Parlando di lampade Led ci riferiamo ad un nuovo tipo di fonte luminosa il cui elemento fondamentale e’ appunto il LED (Light Emission Diod), che e’ un componente elettronico che quando viene attraversato da una quantità anche minima di corrente si accende producendo una luce priva di raggi ultravioletti e di raggi infrarossi.

 

Il risultato che andiamo a conseguire, oltre al risparmio economico consiste nell’avere una fonte luminosa che sostanzialmente non produce calore e con una notevole durata.

 

La differenza del Led col tradizionale sistema di lampade a incandescenza o a fluorescenza (il primo rende incandescente un filamento ed il secondo accende un gas) e’ data dal principio stesso su cui si basa la generazione della luce, cioè tramite un semiconduttore.

 

Il Led e’ un diodo installato su un materiale semiconduttore riflettente che quando attraversato da un raggio lo indirizza all’esterno.

 

Come detto prima, uno dei vantaggi, che in parte serve a compensare il maggior costo di acquisto, e’ rappresentato dalla maggior durata, stimata in circa 100.000 ore (pur se con una piccola diminuzione di emissione luminosa) ed un costo minimo di esercizio.

 

E’ facilmente prevedibile, date queste premesse, che il futuro sarà sicuramente improntato a questa tecnologia che consentirà un notevole risparmio energetico con benefici per il Pianeta e per le nostre tasche!

 

 

Vari Tipi di Strisce Led

 

Esistono in commercio diversi tipi di lampade Led e le Strisce Led non sono altro che delle piattine di materiale plastico, in genere flessibile, che contiene un filamento di rame che funge da conduttore, sul quale vengono applicati diversi chip, normalmente da 20 a 150 per metro lineare, a seconda delle dimensioni dei chip, della loro luminosità e dell’utilizzo per il quale sono predisposte le strisce.

 

Queste strisce sono flessibili, e sono giuntabili una con l’altra per creare un filamento luminoso secondo le proprie necessita’. Le strisce Led sono alimentate a bassa tensione e producono un limitato irraggiamento calorico, cose che ne permettono l’utilizzo anche a contatto con materiali sensibili al calore. quindi sono sicure

 

  • Possono essere alimentate a 12 o 24 volts,
  • Possono essere rivestite di diversi materiali water proof per consentirne l’utilizzo anche in ambienti umidi come il bagno o la cucina
  • Possono essere autoadesive per semplificarne l’installazione

 

La luminosità delle lampade Led e’ data dal numero di chip per metro lineare, ma esiste anche un tipo di chip (Led 5050) che ha una luminosità tripla a parità di numero di chip per metro (e ovviamente triplo consumo, ancorché contenuto!)

 

 

Utilizzo delle strisce Led in casa

 

E’ a questo punto facilmente immaginabile la vasta scelta di possibilità di impiego che queste innovative fonti luminose può offrire e che va dall’illuminazione dell’armadio alla sostituzione vera e propria delle lampadine dell’impianto di illuminazione di casa.

 

Elenchiamo qui di seguito, solo a titolo indicativo, alcune forme di impiego:

 

  • illuminazione dell’interno di un armadio
  • retroilluminazione del televisore
  • illuminazione diffusa sopra I mobili della sala
  • illuminazione soffusa delle gole luminose
  • illuminazione del giardino
  • illuminazione della piscina (anche subacquea)
  • sostituzione delle lampade ad incandescenza o lampade a basso consumo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.