Umidità da risalita: come eliminare l’umidità definitivamente

 

 

L’umidità di risalita delle murature e’ una delle forme più comuni di umidità e la troviamo sia nelle vecchie costruzioni che nei nuovi edifici. In ogni caso il fenomeno e’ presente quando manchi un valido sistema di isolamento termico o comunque un isolamento incompleto o inefficace.

 

L’umidità presente nel suolo risale per capillarità dalle fondamenta e appare spesso visibile nella parte inferiore dei muri perimetrali. Il livello di risalita e’ direttamente correlato alla quantità di acqua presente nel sottosuolo, dalla capacita’ di assorbimento (porosità) dei materiali edili utilizzati per la costruzione, dalla differenza di potenziale elettrostatico dei muri e non ultimo dalle condizioni meteo.

 

Va altresì detto che il livello di altezza raggiunto dall’umidità in risalita dipende dal diametro dei capillari: più sono sottili i capillari, più l’umidità salirà.

 

Come detto qui sopra, l’umidità da risalita si vede: all’esterno dei muri perimetrali spesso si possono notare degli aloni che dal suolo salgono fino a 2- 2,5 metri con grave danneggiamento per l’intonaco e per la struttura stessa della muratura. Ma anche all’interno si possono vedere le fioriture bianche tipiche dell’umidità da risalita (da non confondere con la classica umidità dovuta all’acqua o vapor acqueo presente nell’aria o a fattori meccanici come acqua dal tetto etc. che da’ come fioriture una muffa nerastra e che provoca anch’essa il distacco dell’intonaco)

 

I sali presenti nel terreno sottostante l’edificio si sciolgono nell’acqua e cominciano a salire con quest’ultima. Poi l’acqua evapora e rimane il sale che si impregna nel muro cristallizzandosi ed aumentando cosi’ di volume (oltre 10 volte!) producendo una spinta verso l’esterno e danneggiando quindi l’intonaco.

 

Col tempo viene danneggiata la stessa struttura del fabbricato indebolendone la stabilita’.

 

La muffa che si forma sull’intonaco e’ sostanzialmente un fungo che viene alimentato dall’umidità e le spore si impregnano sul muro, sugli intonaci sui mobili e sui vestiti creando un ambiente malsano e umido che può essere causa di malesseri o malattie da raffreddamento e reumatismi.

 

Le soluzioni per risolvere il problema vanno scelte in base alle caratteristiche dell’ambiente, dei materiali usati e del clima.

 

Un fattore comunque che determina sempre una situazione di umidità e un ambiente poco salubre e’ rappresentato dalla mancanza di una adeguata circolazione d’aria. Ripristinando una corretta ventilazione ed installando un deumidificatore si ottiene un immediato miglioramento della situazione, in attesa che venga individuata in modo inequivocabile la causa primaria e venga quindi rimossa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.